L'Assessorato alle Politiche per le famiglie ha organizzato un nuovo ciclo d'incontri dal nome 'Il Cerchio delle Mamme' che consiste in cinque incontri dedicati ai genitori, alla cura e alla relazione con i figli.


'La genitorialità è un compito molto impegnativo che implica una capacità, da parte del genitore, di calibrare il proprio stile educativo in modo dinamico ed evolutivo, in base ai cambiamenti legati alla crescita dei figli. Il ciclo di incontri ‘Il Cerchio della Mamme’ si configura come un percorso di sostegno alla genitorialità e rappresenta un utile strumento per la coppia di genitori, o anche per uno solo dei due, utile a trattare la complessità emotiva, relazionale e comunicativa che caratterizza il rapporto con i figli, soprattutto in alcune delicate fasi dello sviluppo.' - dichiara Daniela Di Lorenzo, Assessore alle Politiche per le famiglie -
Gli incontri sanno così strutturati: tre vedono il contributo della Dott. Bortolotti, psicologa e scrittrice di noti libri come 'E se poi prende il vizio' o 'Poi la mamma torna'.
Prima data martedì 11 febbraio, ore 17.00, all'Auditorium della Biblioteca E. Balducci dal titolo 'Mi ascolti, ti ascolto! La comunicazione in famiglia con bambini e adolescenti'.
Sabato 29 febbraio, ore 10.00 al centro CIAF con 'Da due a tre: come cambia la coppia con l'arrivo di un bambino' e ultimo incontro sabato 4 aprile, ore 10, al Nido Maria Grazia l'Aquilone a Montespertoli con 'Insieme per crescere: bambini e genitori al nido.'

Sabato 21 marzo, ore 10.00, si parlerà invece di alimentazione con il Dott. Ferdinando Maida all'Auditorium della Biblioteca E. Balducci con un incontro dal titolo 'Nutrizione, educazione e arcobaleno alimentare. Come orientarsi'.

Ultimo appuntamento di questo nuovo ciclo, venerdì 24 aprile, ore 17.00, sempre all'Auditorium della Biblioteca, con le Dott.sse Ciotoli e Floria, si parlerà del rapporto dei bambini nell'era digitale, dal titolo: '‘Nativi digitali tra rischi e opportunità-accompagnare i bambini, i ragazzi e gli adulti ad essere cittadini attivi e consapevoli nell'era digitale'.

torna all'inizio del contenuto