Visite: 596

 

Tariffe più basse, alert anti-abbandono dei figli, prolungamento dell'orario e abbattimento delle liste d'attesa: sono questi gli importanti cambiamenti previsti dall'Amministrazione Mugnaini per il servizio Asilo Nido di Montespertoli.

 

 

L’Amministrazione Comunale di Montespertoli, aderendo a un progetto dalla Regione Toscana, ha ottenuto un contributo da parte del Ministero dell’Istruzione (MIUR) riguardante l’abbattimento delle tariffe per la frequenza ai servizi per la prima infanzia (0 – 36 mesi) e la realizzazione di servizi aggiuntivi che tendono a migliorare l’offerta educativa. 


La maggior parte dei fondi a disposizione verranno utilizzati per abbattere le rette fino al mese di dicembre 2019 con possibilità di proroga fino a Giugno 2020. I restanti fondi saranno impiegati per aumentare, da settembre di questo anno, i posti a tempo lungo (da 20 a 27), che verranno garantiti anche da gennaio a giugno grazie alle risorse comunali nel caso in cui il MIUR non dia continuità al contributo.


Per quanto riguarda le famiglie in lista di attesa, l’Amministrazione ha deciso di erogare il contributo economico (voucher) previsto dalla Regione Toscana (fino a massimo di 400 euro) che consentirà ai piccoli rimasti in lista di attesa di poter frequentare una struttura privata accreditata. I voucher, che consentono di abbattere la retta del nido privato a carico delle famiglie, sono spendibili per la frequenza di strutture accreditate anche fuori dal territorio comunale.
L’amministrazione ha inoltre deciso di convenzionarsi con il nido "Il Paese del Balocchi" (autorizzato ed accreditato) acquistando 2 posti.



Da settembre, poi, al nido "l’Aquilone" sarà attivato un sistema di alert sotto forma di App, che andrà a sostituire la procedura attuale, destinato a comunicare tempestivamente le assenze dei bambini con l’obiettivo di prevenire le tragedie legate all'involontario abbandono in auto dei piccoli da parte dei genitori.

Partirà anche, in via sperimentale, il prolungamento dell'orario fino alle 17.30 per un massimo di 10 bambini.

"Si tratta di un potenziamento dei servizi che realizziamo con l’intento di continuare in questa direzione anche in futuro, ampliando l’orario a tutti i bambini iscritti – dichiara l’assessore all’istruzione Daniela Di Lorenzo - naturalmente dopo un’opportuna valutazione del periodo di sperimentazione da parte dell’ufficio Servizi Educativi."

"Per il Comune – aggiunge il Sindaco Alessio Mugnaini - è importante incentivare e favorire la frequenza dei nidi, non solo per offrire un servizio indispensabile per le famiglie che lavorano, ma anche per dare l'opportunità a tutti di far vivere ai propri figli un importante momento educativo e di socializzazione. Da qui si costruisce la nostra idea di una Montespertoli a misura di famiglia"

torna all'inizio del contenuto